Germogli di Orzo

Germogli di Orzo

I semi di orzo germogliano in circa 3 giorni a partire dall’orzo integrale mentre l’orzo perlato, che subisce ulteriori raffinazioni, non germoglia.
I germogli di orzo hanno un sapore gradevole, lievemente dolce, si possono mangiare crudi o leggermente cotti (non troppo per non perdere troppi principi nutritivi). Sono ottimi nelle minestre e nelle insalate con verdure miste ma si prestano a moltissime preparazioni.
I semi di orzo integrale germogliati, se piantati nel terriccio, crescono fino ad una ventina di cm nel giro di 10 giorni circa: queste piantine non sono altro che la nota erba d’orzo, ricca di proprietà benefiche.

Proprietà e benefici dei germogli di orzo

I germogli di orzo hanno un elevato contenuto di carboidrati (circa l’80% del peso dei germogli) ed una discreta quantità di proteine (10% circa).
L’orzo germogliato apporta una grande quantità di enzimi e vitamine tra le quali spiccano le vitamine del gruppo B e la vitamina E.
I germogli di orzo sono inoltre una valida fonte di sali minerali come fosforo, magnesio, calcio, potassio, ferro.
Hanno proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, mineralizzanti, alcalinizzanti; stimolano il sistema immunitario e circolatorio.

Come far germogliare l’orzo

Ammollo

Sciacquate i semi di orzo integrale e lasciateli in ammollo per una notte (circa 8-12 ore).

Germogliazione

Dopo che il tempo di ammollo sarà passato scolate i semi di orzo in uno scolapasta con fori non troppo ampi per evitare che i semi di orzo vi passino attraverso.
Risciacquate l’orzo sotto l’acqua corrente e – sempre lasciandolo nello scolapasta – ponetelo su di un ripiano (mettere al di sotto dello scolapasta un piatto in modo che il ripiano sottostante non si bagni.
Continuare a risciacquare 2-3 volte al giorno l’orzo sotto l’acqua corrente.
In 2-3 giorni otterrete dei germogli di orzo.

Purtroppo in Italia non è facile trovare in commercio i semi adatti ad ottenere i germogli di orzo mentre è più facile trovare i semi adatti a coltivare l’erba d’orzo. I semi per ottenere l’erba d’orzo si possono acquistare nei negozi di alimentazione naturale e prodotti biologici ben forniti, oppure online.

 

 

Germogli di Orzo
5 (100%) 5 voti

2 thoughts on “Germogli di Orzo

  1. Una nostra attenta lettrice, Liliana Paoletti [http://www.lareginadelsapone.com/], ci ha fatto notare un errore in questo articolo.
    [qui la segnalazione https://www.facebook.com/groups/36504197330/permalink/10152714988417331/ ]

    Avevamo scritto che l’orzo decorticato è anche chiamato orzo mondo, ma in realtà non è proprio così.

    Come rettifica e chiarimento qui riportiamo la nostra risposta:


    Ciao Liliana, mi sono consultata con il resto della redazione e abbiamo sviscerato ulteriormente la questione.

    C’è un problema di denominazione ambigua: l’operazione di decorticatura dell’orzo elimina solo le glumelle (la buccia, non commestibile, esterna al chicco) e non la cuticola né il germe; quindi l’orzo decorticato resta un orzo integrale.

    L’orzo mondo invece è una particolare varietà di orzo che perde spontaneamente le glumelle già in fase di trebbiatura, e per questo non necessita di ulteriori lavorazioni meccaniche.

    Quando nei negozi troviamo “orzo decorticato” e “orzo mondo” sono tutti chicchi integrali che potenzialmente conservano la capacità di germogliare.
    Visto però che la decorticatura dell’orzo “non mondo” avviene attraverso macchinari che sfregano con metodi meccanici, a seconda dell’intensità dello sfregamento è possibile che venga in parte danneggiato anche il germe.
    Questo potrebbe essere il motivo per cui alcuni tipi di orzo decorticato non germogliano: una decorticatura particolarmente intensa.

    Ulteriore ambiguità è dovuta al fatto che alcuni produttori vendono l’orzo (ancora più) integrale comprensivo di glumelle per coltivare l’erba d’orzo. Questi chicchi ovviamente hanno una buccia non commestibile formata, appunto, dalle glumelle.

    Quindi si indica correntemente come integrale: sia l’orzo con le glumelle adatto all’erba d’orzo, sia l’orzo mondo che le perde in trebbiatura, sia l’orzo decorticato al quale vengono tolte meccanicamente.
    E questo genera molta confusione…

    Non è comunque corretto scrivere, come abbiamo fatto noi, che l’orzo decorticato è anche chiamato orzo mondo… non perché l’orzo mondo non sia decorticato, quanto perché esistono varietà diverse dall’orzo mondo che vengono vendute decorticate.
    Quindi abbiamo effettivamente usato un’espressione errata.

    E’ un po’ complesso ma spero di essere riuscita comunque a spiegarmi

    Ringraziandoti del tuo intervento, ti invito a seguirci, perché è nostra intenzione prossimamente provare diverse marche di orzo decorticato per vedere quali di quelle più facilmente reperibili siano adatte alla germogliazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *